LA SOCIETA’
I VALORI
LA MISSION

Società

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Presidente: Riccardo Vincenzo Alloisio
Vice Presidente: Alessandro Berdini
Consiglieri: Davide Bertini, Sara Castellini

AREA TECNICA E SPORTIVA
RESPONSABILI TECNICI E SPORTIVI
Dirigente responsabile: Sara Castellini
Team manager: Davide Bertini
Responsabile tecnico giovanili: Stefano Tessarin
Responsabile minibasket: Stefano Mandonico

ALLENATORI
U13: Giovanni Marchetti e Sara Castellini
U14: Daniele Assoni e Luca Rodella
U15: Enrico Ferrari e Simone Marmaglio
U16: Stefano Tessarin e Manuel Peci
U17: Giovanni Marchetti ed Enrico Ferrari
U19: Fabio Tosoni e Francesco Filippini
Promozione Femminile: Alberto Scaroni e Marco Cocumelli

ISTRUTTORI MINIBASKET
Lucy Guizzo, Sara Castellini, Stefano Mandonico, Elisa Baldassare

ISTRUTTORI MINIBASKET DISABILI
Alba Caserta e Valentina Cremonini

PREPARATORI FISICI
Matteo Crepaz, Stefano Quarena, Nicola Tonegatti

FISIOTERAPISTI
Marco Ardenghi e Marta Coppi

PSICOLOGA
Federica Bagozzi

INTEGRAZIONE ALIMENTARE
Simone Serrecchia

AREA MARKETING, EVENTI E COMUNICAZIONE
Direttore commerciale: Davide Bertini
Responsabile relazioni esterne: Sara Castellini
Area social: Daniele Assoni, Stefano Mandonico, Sara Castellini, Alessandro Piazza, Enrico Rosignolo, Nicolò Cantamessa, Lorenzo Gandolfini
Fotografi: Alessandra Caldera, Massimo Tinelli, Gilda Rino

AREA LOGISTICA E PALESTRE
Responsabile: Sara Castellini
Allestimento palestra e tavolo: Roberto Stellari
Magazzino e gestione ordinaria: Stefano Mandonico

AREA AMMINISTRATIVA
Direzione amministrativa: Studio AMDM
Segreteria amministrativa: Lucy Guizzo
Rapporti con la Federazione: Sara Castellini

RESPONSABILE ARBITRI E TAVOLO
Roberto Stellari

DIRIGENTI ACCOMPAGNATORI E COLLABORATORI
Stefano Mandonico, Marco Laudani, Roberto Stellari
Minibasket: Paola Palazzini
Minibasket in carrozzina: Silvio Cremonini, Federico Rossi, Francesco Capuzzi
U13:
U14: Paola Palazzini
U15: Eleonora Marcomini
U17 2006: Monika Nagler
U17 2007: Enrica Ponzoni
U19: Mauro Beltrami, Alessandra Caldera
Promozione Femminile: Marco Mazetti

Ci poniamo come primo obiettivo la crescita dei nostri atleti come giocatori e come persone, nella convinzione che la formazione sportiva e quella umana non possano essere disgiunte. Viviamo lo sport in chiave educativa e riconosciamo in esso una scuola di vita, nell’idea che le esperienze di incontro e confronto sportivo siano preziosi strumenti sociali per la crescita e la formazione complessiva dei giovani, e che insegnare un buon arresto e tiro senza trasmettere al giocatore fiducia in sé stesso e nei compagni non porti da nessuna parte.

Ci impegniamo in prima persona ad essere d’esempio per i nostri ragazzi e chiediamo al nostro staff di fare lo stesso, ponendosi come modello positivo e credibile di ciò che vogliamo trasmettere ai nostri atleti. Sottolineate la priorità degli obiettivi formativi ed educativi, siamo una società sportiva di basket: viviamo allenamenti, campionati, classifiche, competizione ed agonismo, ci piace partecipare ma anche vincere; il percorso di crescita che abbiamo in mente riguarda quindi la pallacanestro, ed i nostri obiettivi formativi comprendono gli aspetti tecnici del gioco.

Ci proponiamo di lavorare sempre meglio, “con la testa e con il cuore” come dice il nostro motto, ed arrivare sul breve tempo a distinguerci nel panorama del basket bresciano per la qualità del nostro operato tecnico e per uno stile di gioco Lions che si riconosca in tutte le nostre categorie.

L’obiettivo cestistico non è la vittoria ma la crescita dei giocatori, strumento attraverso il quale si arriva anche alla vittoria. Per raggiungerlo, la società si impegna a mettere chi è in palestra nelle condizioni ottimali per lavorare al meglio, mentre lo staff tecnico accompagna ogni giorno i ragazzi nel misurarsi coi loro limiti, aiutandoli ad affrontarli, accettarli e trasformarli in punti di forza, e fornendo loro il bagaglio tecnico e fisico necessario perchè tutti, dal primo all’ultimo, possano esprimersi al meglio sul campo e raggiungere il loro massimo, ciascuno in relazione alle proprie capacità.

Mantenendo sempre un ambiente in cui i ragazzi possano stare sereni e le loro famiglie li possano mandare in palestra senza alcuna preoccupazione.

230
Il numero degli atleti del nostro vivaio sportivo
2004
Anno di fondazione della nostra società sportiva

abbiamo bisogno del tuo ruggito